Italmoda Company Location

This project was carried out by me in 2007, for the Italmoda Endine Gaiano | Bergamo | Italy.

He was born in a chance meeting at the headquarters Italmoda where sig.Riboli, owner of the same company, asked me to want to redesign the exterior of their home; He showed me what his architects proposed the, “with an expression unconvinced …

The project was to cover the check, with flat panels.

I replied impulsively, “the usual platitudes! What is the point, put the flat panels on a flat surface?

He asked me what I would do … And I … I took an A4 sheet, a pencil and did a sketch of what would be, explaining that it was enough to tilt slightly panels to give movement and volume to the surface, also for the ridge (the top), it could simply give different heights, giving added willow.

After a series of meetings, I perfected the project.

Following, Gianfranco agreed a meeting with Tensoforma srl, those who actually assembled and mounted the panels, to whom I explained the project in detail.

A small digression about the company assembling Tensoforma, that on their website make it look as if the project were their creation, without putting any reference to the authorship of the designer / creative.

Finally, we established where to put the Italmoda logo, a simple press on synthetic mesh.

 


Questo progetto è stato realizzato da me nel 2007, per l’ITALMODA di Endine Gaiano|Bergamo | Italia.

Nacque in un incontro casuale presso la sede Italmoda, dove il sig.Riboli, titolare della medesima azienda, mi chiese di voler riprogettare l’esterno della loro sede; mi fede vedere ciò che i suoi architetti gli proposero, “con una espressione poco convinta…”

Il progetto consisteva nella copertura dello stesso, con dei pannelli piatti.

Gli risposi d’impulso, “la solita banalità! Che senso ha, porre dei pannelli piatti su una superficie piatta?

Mi chiese che cosa farei… Ed io… Presi un foglio A4, una matita e gli feci uno schizzo di ciò che sarebbe stato, spiegandogli che bastava inclinare di poco i pannelli per dare movimento e volume alla superficie, inoltre per la cresta (la parte superiore), si poteva semplicemente dargli altezze diverse, per dare la sensazione dello slancio.

Dopo una serie di incontri, perfezionai il progetto.

In seguito Gianfranco concordò un incontro con Tensoforma srl, coloro che materialmente assemblarono e montarono i pannelli, ai quali spiegai il progetto nel dettaglio.

Una piccola digressione sull’azienda assemblatrice Tensoforma, che sul loro sito fanno apparire il progetto come se fosse una loro creazione, senza mettere alcun riferimento alla paternità del progettista/creativo.

Infine, stabilimmo dove mettere il logo ITALMODA, una semplice stampa sulla rete sintetica.



Q.food | Stand

Local Cafè

Lux Home